Anche se agosto ormai è agli sgoccioli, per le prossime ferie si potrebbe pensare ad un bel tour nel Sud Italia, per visitare delle belle città, come quelle suggerite nell’articolo qui citato:

http://wuhu.it/top-10-citta-piu-sottovalutate-del-sud-italia/

Top 10 città più sottovalutate del Sud Italia che meritano almeno una visita

Roma, Firenze e Venezia sono decisamente le città italiane più famose all’estero; ma l’Italia è ricca di paesaggi e di cultura e queste non sono le uniche città da vedere.

Motivo per il quale vi portiamo a conoscenza delle migliori 10 città più sottovalutate del Sud Italia (secondo Swide.com).

10. Trani, Puglia

La città fu fondata nel 9° secolo. Con i suoi vicoli che ancora risalgono al medioevo e una bella Cattedrale da visitare; il suo palazzo gotico dei Dogi di Venezia, vicino al porto. Degna di nota anche la Sinagoga Scolanova: Trani ospitava una delle più grandi comunità ebraiche del Sud Italia.

9. Altamura, Puglia

Famosa per il suo particolare tipo di pane che è delizioso, questa antica città conosciuta anticamente come “Altilia” presenta monumenti come la Basilica di Santa Maria Assunta, le mura medievali, le grotte che sono state utilizzate come tombe primitive o abitazioni, e un gruppo di tumuli nelle vicinanze.

Di interesse paleontologico sono lo scheletro di Homo neanderthalensis e la cava dei dinosauri.

8. Melfi, Basilicata

In provincia di Potenza, Melfi si trova su una collina ai piedi del Monte Vulture. Le principali attrazioni sono il Castello e la Cattedrale costruita nell’11° secolo.

La città, inoltre, presenta ancora mura normanne (risalenti ai primi anni del 13° secolo).

7. Palmi, Calabria

La città è una località balneare importante grazie al suo paesaggio mozzafiato: si affaccia sul Mar Tirreno ed è situata vicino alle pendici del Monte Sant’Elia, presenta acque cristalline e spiagge strepitose.

6. Erice, Sicilia

Situata sulla cima del Monte Erice, che domina la città di Trapani, la città fu fondata dai Fenici. Si possono ancora vedere le mura costruite da loro nella parte nord-orientale della città. L’attrazione principale è la sua spettacolare vista su Trapani, la costa verso Marsala, la Punta del Saraceno e San Vito Lo Capo a nord-est, e le isole Egadi sulla costa nord-occidentale della Sicilia.

5. Ragusa, Sicilia

Capoluogo di provincia, Ragusa, insieme ad altre sette città della Val di Noto, fa parte dei Patrimoni UNESCO. Il nome originale, risalente al secondo millennio a.c., era “Ybla Heraea”: la sua bellezza consiste nell’essere distesa su una collina; la parte antica della città è dotata di palazzi mozzafiato, come il Duomo di San Giorgio e la Chiesa di Santa Maria delle Scale.

4. Sciacca, Sicilia

Situata nella provincia di Agrigento e originariamente chiamato Thermae, la città fu fondata dai Greci, come un centro termale. La bellezza di Sciacca sta nel fatto di mantenere inalterato nel tempo ancora molto del suo impianto urbanistico medievale. Tra le attrazioni principali, la Cattedrale di Maria SS. Del Soccorso, il Castello dei Conti Luna, Chiesa del Carmine e la Chiesa di San Michele (1371).

3. Castelsardo, Sardegna

A est del Golfo dell’Asinara, a Castelsardo si rileva presenza umana sin dall’epoca pre-nuragica.

Tra le attrazioni principali della Roccia dell’Elefante, che è uno dei tanti simboli della Sardegna, il Nuraghe Paddaju il Palazzo Doria, e le sue mura megalitiche, dai tempi pre-nuragiche.

2. Orgosolo, Sardegna

Situato nella provincia di Nuoro, la città è famosa in quanto è piena di bellissimi murales: dal 1969 circa, i murales riflettono diversi aspetti della lotte politiche della Sardegna che sono ancora in corso oggi.

1. Benevento, Campania

      « …Nulla in Italia è più antico di Benevento »

(Edward Hutton)

Chiamata inizialmente Maleventum (cattivo evento) e poi trasformata dai romani in Beneventum (buon evento) è stata una città prima sannita, poi romana, longobarda e pontificia. In essa risiede un cospicuo patrimonio culturale, con monumenti di epoca sannita, egizia, romana, longobarda e pontificia oltre che a monumenti d’arte moderna.

Da non perdere:

  • COMPLESSO MONUMENTALE DI SANTA SOFIA: questa chiesa è uno dei sette luoghi in Italia, entrati a far parte del patrimonio dell’Unesco , che testimoniano la presenza dei longobardi in Italia.
  • ARCO DI TRAIANO: è un arco di trionfo eretto per celebrare il prolungamento della Via Appia da Benevento a Brindisi.
  • TEATRO ROMANO: Fu costruito nel primo secolo dopo Cristo. recentemente è in fase di recupero architettonico e viene adibito a spettacoli di varo tipo. La sua ampiezza permette di ospitare circa 10.000 spettatori e la perfetta fonica è adatta anche alle opere liriche.

Merita inoltre una visita il Museo Diocesano dove sono custoditi i frammenti della porta centrale del Duomo, formelle, alcune raffiguranti la vita di Cristo. E il Museo del Sannio, ricco di monumenti di epoca romana ed egizia.

Tags: ,