Pubblicato ormai da qualche anno (2009), ma comunque interessante per comprendere molti aspetti del sistema culturale italiano, ecco qui il link al “Libro Bianco sulla Creatività“:

http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/UfficioStudi/documents/1262948122551_CAP._0_Indice,Autori_e_Premessa.pdf

Indice

Premessa

Sintesi

Parte prima

1. Creatività, Cultura, Industria: un modello italiano

1. Introduzione

2. Creatività e qualità sociale: verso un modello italiano

I. L’inarrestabile progresso delle industrie culturali e creative

II. Cultura e creatività

1. Perché produrre cultura é un obiettivo irrinunciabile

2. Una definizione minima di creatività

3. Il mondo della creatività

4. Stili e modelli di produzione culturale e di creatività

III. Cultura e creatività per la qualità sociale nell’esperienza italiana

1. La qualità sociale

2. La creatività come mezzo e non come fine

3. La cultura come storia e territorio

a. Le città e gli spazi creativi

b. I distretti culturali

IV. La conoscenza tecnologica e l’innovazione come frontiera nelle industrie culturali in Italia

3. Il Macrosettore delle industrie culturali e della creatività in Italia

I. Definizione e metodologia per lo studio del Macrosettore

1. Definizione dei settori

2. Identificazione della catena della produzione del valore

3. Aggregazione e stima dei dati statistici

II. Il valore economico del Macrosettore

4. Analisi comparata degli approcci alla creatività e produzione di cultura

I. Approcci alla definizione e misurazione delle industrie culturali e creative

II. I settori culturali e creativi nel mondo

5. Creatività e Unione Europea: le politiche europee per la creatività e la produzione di cultura

I. Creatività culturale, Stati Membri, Unione Europea

II. La strategia della Commissione

III. Implicazioni della riflessione comunitaria sul piano interno

2. Le Città Creative e il Territorio

• Il quadro delle trasformazioni dei sistemi urbani nel XX° secolo

o L’urbanizzazione della società e la metamorfosi dell’oggetto urbano

o La recessione dei confini e la nascita della meta città

o Le nuove popolazioni urbane e la nascita dell’entertainment city

o Nuove forme di divisione del lavoro o Tecnologie della mobilità e tecnologie dell’informazione

o Tecnologie e cultura della mobilità

o Ora ma non qui: tempo, spazio e tecnologia nella meta-città

o E-governance il governo della città nella transizione alla terza fase

• La “geografia della creatività” ed il ruolo delle città 

o La città nell’era della conoscenza e l’emergere delle città creative

Città come luoghi di attrazione, consumo e socialità

o Il consumo di beni e attività culturali nelle città – trend e caratteristiche o Le città e le nuove classi creative

Città come luoghi di produzione e diffusione

• Oltre la produzione e il consumo: come coltivare gli ambienti creativi

• Rischi e dilemmi delle città creative

• Le città italiane: un modello di creatività ?

• Alcune idee

Parte seconda

Eccellenze italiane: potenziali, recenti, attuali e strategiche

3. Design e Cultura Materiale: un Binomio Italiano

• Introduzione: verso una definizione di design

• Chi fa design in Italia e dove?

• Il design nei distretti culturali metropolitani

• Il design nei distretti industriali

• I rapporti di collaborazione tra designer e imprese

• Un caso emblematico: Milano e gli attori del design nel settore dell’arredamento

• La formazione del designer e la tutela della professione

4. Moda

• La moda come sistema di sistemi

o I beni di moda: beni simbolici, identitari, relazionali

• La moda e il sistema della produzione

• La moda e il mondo della creatività

• Il quadro quantitativo e statistico: struttura e trend

o La ripresa: 2006–07

o Moda e territorio

• Il settore del fashion design: dalla concezione alla distribuzione

o Grande distribuzione, prezzi popolari, ottimo design e bassa qualità: la debolezza italiana

o Milano: global fashion city

• Il mercato della moda e le sue trasformazioni

o Moda etica

o Moda e tecnologia

• Il cambio generazionale e le case di alta moda

• L’industria del lusso

• La proprietà intellettuale e la contraffazione

• Moda, musei, mostre

• Moda e formazione professionale

• Le politiche per la moda

5. Architettura

• La sfera creativa

• Creatività e qualità architettonica

• Qualità architettonica e sviluppo

• Il modello italiano

• I mattoni della creatività

• Le ali della creatività

• La committenza pubblica di qualità

• La circolazione delle idee

• Expo, mostre e biennali di architettura

• I concorsi

• L’aspettativa di realizzare l’opera

• I premi di architettura

• La formazione

• La dimensione interculturale

• La ricerca e l’innovazione tecnologica – Architettura e brevetti

6. Computer, Software e ICTs

• Introduzione

• Le origini delle tecnologie dell’informazione

• Il caso italiano

o Box 1 Eccellenza italiane: Etna Valley e ST Microelectronics

o Box 2 Eccellenze italiane: Mobile digital entertainment

• Conclusioni

7. Branding, Comunicazione e Pubblicità

Il pregresso dell’esperienza italiana in materia di comunicazione e pubblicità

• Creatività e comunicazione in Italia oggi

o Nel solco di alcune continuità

o Attuali esperienze creative

o Media e creatività

o Tendenze della comunicazione di impresa

o Tendenze della comunicazione pubblica

o Gli investimenti

o Creatività e identità competitiva

• Proposte e raccomandazioni

8. Cinema

• Il cinema italiano: un rimbalzo promettente

• E’ cambiato il modello di business

• Sono più chiare le aspettative degli spettatori

• Il mercato del cinema

o L’andamento dei film in sala 

– Una panoramica sull’Europa 

– La situazione italiana 

– La rilevanza della distribuzione

o Al di là della sala cinematografica 

– I film in Televisione 

– I film in home video

• La produzione di fiction televisiva e la sua ricaduta sul territorio

• L’attività delle film commision

• Alcune possibili linee di azione

9. Televisione, Radio, Editoria

• Osservazioni generali

o Le dimensioni di impresa

o Le caratteristiche delle imprese

o Le dimensioni del mercato

o La geografia della produzione

o Ultime osservazioni

• I singoli settori o Editoria: Debolezze del mercato

o L’editoria. La filiera produttiva

o Il broadcasting: alcune caratteristiche generali

o La radio

o La televisione

• Una riflessione finale

10. Industria del Gusto

• Teoria e pratica dell’industria del gusto

o I beni di gusto: problemi di definizione

o L’evoluzione del mondo del gusto tra tradizione e innovazione

o Innovazione creativa: la filosofia di Slow Food

Box Il pomodoro di Pachino ed il Farro due creazioni di successo

• La geografia del gusto

• La filiera

o I prodotti

o Le imprese e gli addetti

o La produzione di beni e servizi

o La distribuzione, comunicazione e promozione

o Gli operatori e la formazione

o La produzione, diffusione e trasmissione delle conoscenze

• La tutela

o I segni del prodotto e i segni del territorio: le differenze e controlli

o Pirateria agro-alimentare: tra sofisticazioni e violazioni del disciplinare

Box La cucina italiana nel mondo

11. Arte Contemporanea

• L’arte contemporanea come motore e specchio del cambiamento postindustriale

• Effetti di selezione: l’Italia nel contesto internazionale

• Elementi per una politica del contemporaneo in Italia

• I riflessi sul collezionismo

• Le aziende e l’arte contemporanea

• Le difficoltà dei giovani artisti italiani spiegate attraverso le carenze del sistema formativo

• Un radicale cambiamento di linguaggio

• Per concludere: alcune semplici misure di azione

12. Il Patrimonio Culturale: dalla creatività alla produzione di cultura

• Creatività, patrimonio culturale e industria culturale

o Il patrimonio come risorsa per la creatività

o Le nuove tecnologie per i beni culturali e il patrimonio

o Dal patrimonio alla produzione delle industrie culturali

• Il patrimonio culturale italiano

o La consistenza del patrimonio storico artistico italiano

o Il pubblico di musei, monumenti e aree archeologiche italiane

o Mostre, fiere d’arte e un grande assente: il paesaggio

• Turismo culturale e città d’arte

o Il turismo nelle città d’arte: il mercato estero e il mercato domestico o Turismo culturale verso turismo creativo: quale evoluzione per il futuro?

• L’impatto economico delle istituzioni e degli eventi culturali

o Premessa: da peso a carico della collettività a risorse produttive e volano di sviluppo

o La diffusione degli studi sull’impatto economico delle istituzioni e degli eventi culturali in Italia

o La diffusione all’estero

o Un ragionevole cambio di prospettiva

o L’impatto economico degli eventi culturali

• L’aumento della domanda di visitatori

o Elogio della gratuità

o Contro la gratuità

o Di quanti soldi stiamo parlando?

o La libertà di accesso alle collezioni permanenti

o Come trovare 100 milioni di euro per l’ingresso gratuito ai musei?

o Effetti sulla gestione dei muse

o Congestione e prenotazione obbligatoria

o Una moratoria per sperimentare la libertà di ingresso e i suoi effetti

13. Musica e spettacolo: il palcoscenico dimezzato

• Spettacolo dal vivo e creatività: una premessa

• L’opera lirica. Italiana ma non troppo

• La struttura produttiva: fasti di scena e blocchi sindacali

• Entrate e spese delle fondazioni liriche

• Lo spettacolo dal vivo. Riflettori sulla burocrazia

• La formazione per lo spettacolo: “Un somaro, ma solenne!”

• Verso una Legge di riforma

Parte Terza

14. Italia Creativa Strategie e Azioni per la crescita e il posizionamento internazionale dell’Italia nell’economia della creatività e delle industrie culturali

______________________________________________________

Vedi gli articoli:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,