Chi muove gli ingranaggi finanziari e politici dell’Italia che si avvia verso la Terza Repubblica? Sempre gli stessi: l’ex presidente del Consiglio e della Commissione Ue Romano Prodi, il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli e il “dominus” di Fondazione Cariplo nonché presidente della lobby delle fondazioni bancarie Giuseppe Guzzetti. E’ la tesi dell’ebook Gli orologiai – L’ingranaggio finanziario-politico che scandisce i tempi della Terza Repubblica (Informant) di Camilla Conti, giornalista finanziaria per Il Fatto Quotidiano e L’Espresso. […]

Una storia sulla conquista, la conservazione e l’esercizio del potere, che “non è tale se non si consolida, se non attraversa il tempo lasciando un segno”, come scrive Mario Sechi nella prefazione. Insomma, la storia finanziaria italiana ma in una narrazione alla House of cards, la fiction statunitense che piace a Barack Obama ma anche al presidente del Consiglio Matteo Renzi.

______________________________________________________

http://www.mariosechi.it/blog/2015/03/14/gli-orologiai-un-potere-senza-eredi/

La prefazione integrale al libro di Camilla Conti su Prodi, Bazoli e Guzzetti

[…] E la quarta carta del mazzo, Matteo Renzi, cosa c’entra con le prime tre? Se osserviamo la retorica e la liturgia della rottamazione, la risposta è una sola: niente, zero, reset. In realtà il presidente del Consiglio è anche il prodotto di quella storia.

Certo, in lui vi sono elementi di rupture berlusconiana, il suo uso dei media ne fa il più vicino erede del Cavaliere, ma non è affatto vero che il fenomeno fiorentino sia distante da quel mondo e l’elezione di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica ne è un perfetto esempio. […]