Nell’articolo “La Sicilia che non ti aspetti” abbiamo appunto parlato, tra molte altre cose, anche dell’olio d’oliva, del fatto che noi consumatori, a causa anche di mancanze da parte del mondo della ristorazione, non siamo sufficientemente “allenati” a distinguere l’olio d’oliva di qualità da quello che di qualità non è. Abbiamo messo in luce anche il fatto che si stanno mettendo a punto nuovi test di laboratorio per identificare le frodi. Si tratta nel complesso di un argomento molto interessante, ma l’olio d’oliva italiano dovrebbe essere molto più conosciuto/riconosciuto e tutelato, considerata l’elevata qualità dei prodotti italiani:

http://www.giornalesiracusa.com/notizie/2015/02/21/buccheri-diventa-capitale-internazionale-dellolio-doliva-vinti-tre-sol-doro-a-verona

Il miglior olio d’oliva del mondo è di Buccheri: vince 3 Sol d’oro

Pubblicato sabato, 21 febbraio 2015 da Giornale Siracusa

Buccheri vince tre dei cinque Sol d’oro, all’Italia vanno 14 medaglie su 15 nonostante il clima non favorevole del 2014

Buccheri, il piccolo centro montano -2mila abitanti- della provincia di Siracusa è diventato la capitale dell’olio d’oliva di qualità; i suoi viticoltori, sono i migliori al mondo.

La notizia arriva da Verona dove si è svolta la 13° edizione di Sol d’Oro- Emisfero Nord il più importante concorso dell’olio d’oliva internazionale. Buccheri ha vinto ben 3 Sol d’Oro su 5 categorie a cui ogni olio partecipava: le tre categorie sono “Fruttato medio”, “Fruttato intenso” e “Monovarietale”  di tre aziende olivicole del siracusano: l’Azienda Agricola La Tonda, Terraliva e Agrestis.

L’Italia vince 14 medaglie su 15, l’unica straniera a portare a casa una medaglia è la Spagna che ottiene anche 19 Gran Menzioni; una Gran Menzione anche al Portogallo e alla Croazia.

Tutti i dettagli sul portale di SolagriFood: l’Italia si conferma, grazie al suo clima -e nonostante la pessima annata che era stata prevista a causa del maltempo del 2014- in cima alla piramide, con un primato indiscusso; oltre alla Sicilia, le regioni virtuose per olio d’oliva risultano Abruzzo, Campania, Umbria, Toscana, Veneto e Trentino.

«Temevamo un’annata con una qualità generale sotto tono vista la difficile campagna produttiva italiana, caratterizzata da un clima particolarmente sfavorevole – ammette Marino Giorgetti, capo panel di Sol d’Oro –, invece abbiamo dovuto ricrederci. Il gran numero di campioni -238- arrivati dimostra anche una notevole capacità di giudizio dei produttori sul valore del proprio lavoro. Sorprendente in particolare il livello degli oli della categoria Biologico, teoricamente più a rischio quando si devono affrontare situazioni climatiche difficili come nel 2014».

Di seguito l’elenco dettagliato degli oli vincitori di questa edizione 2015 Sol d’oro:

Categoria oli fruttato leggero:

Sol d’Oro all’Azienda Agricola Pietrabianca di Casalvelino (Salerno) – Campania
Sol d’Argento al Frantoio della Valle di Prezza (L’Aquila) – Abruzzo
Sol di Bronzo all’Azienda Agricola La Selvotta di Vasto (Chieti) – Abruzzo

Categoria oli fruttato medio:

Sol d’Oro all’Azienda Agricola La Tonda di Buccheri (Siracusa) – Sicilia
Sol d’Argento all’Azienda Agricola Paolo Bonomelli di Torri del Benaco (Verona) – Veneto
Sol di Bronzo alla Soc. Agricola Fonte di Foiano di Castagneto Carducci (Livorno) – Toscana

Categoria oli fruttato intenso:

Sol d’Oro all’Azienda Agricola Terraliva di Siracusa – Sicilia
Sol d’Argento al Frantoio Franci di Montenero d’Orcia (Siena) – Toscana
Sol di Bronzo al Frantoio Gaudenzi di Trevi (Perugia) – Umbria

Categoria oli biologici:

Sol d’Oro alla Finca La Reja s.l. di Bobadilla (Malaga) – Spagna
Sol d’Argento all’Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Trento) – Trentino Alto Adige
Sol di Bronzo all’Azienda Agricola Tommaso Masciantonio di Casoli (Chieti) – Abruzzo

Categoria oli monovarietali:

Sol d’Oro alla Società Agrestis di Buccheri (Siracusa) – Sicilia
Sol d’Argento alla Società Agricola OlioCRU di Arco (Trento) – Trentino Alto Adige
Sol di Bronzo al Frantoio Hermes di Di Mercurio Claudio di Penne (Pescara) – Abruzzo

Tags: ,