Dal WWF era già stata lanciata la campagna “RiutilizziAMO l’Italia”, per il recupero e la valorizzazione di luoghi cementificati e poi abbandonati (vedi l’articolo “Allarme cemento parte 3: una campagna WWF per reinventare e valorizzare il territorio“). Ora è nato a Forlì il progetto “Spazi Indecisi”:

www.spaziindecisi.it

Il progetto Spazi Indecisi

Se si smette di guardare il paesaggio come oggetto di attività umana, subito si scopre una quantità di spazi indecisi, privi di funzione sui quali è difficile posare un nome. Quest’insieme non appartiene né al territorio dell’ombra, né a quello della luce. Si situa ai margini.
Gilles Clément

Sono spazi indecisi i luoghi abbandonati, disabitati o dismessi, deantropizzati. Sono spazi indecisi i luoghi dimenticati dall’uomo e dalla nostra società per incuranza, in-cultura, o in attesa di un utilizzo migliore.

Nonostante la loro attuale condizione di abbandono, continuano a raccontare una storia, riflesso di un trascorso vitale; il loro carattere ambiguo ci pone interrogativi sul loro passato e sul nostro presente. Rappresentano l’inconscio urbano, il luogo più profondo e inconsapevole dell’agire dell’ uomo e del suo vivere quotidiano; è la parte che si trova al di sotto della città viva, della (non sempre) razionale urbanizzazione.

Spazi Indecisi nasce con l’obiettivo di creare un nucleo catalizzatore di energie volte a fornire nuova linfa vitale ai luoghi dimenticati, facendoli emergere dal subconscio urbano fino alla nostra coscienza.
Spazi Indecisi è un progetto collettivo aperto alla partecipazione di menti e di mani vogliose di contribuire ad un progetto di sensibilizzazione e di riappropriazione degli spazi comuni del nostro territorio.
Spazi Indecisi diventerà un cantiere creativo in divenire, capace di favorire il dialogo, il confronto e l’ibridazione dei diversi linguaggi dell’espressività contemporanea – fotografia, arte, architettura, design, musica – mantenendo uno sguardo attento al rispetto dell’ambiente, in nome della valorizzazione di quei luoghi ai margini.
Il progetto si propone di indagare i luoghi abbandonati, dimenticati, deantropizzati attraverso la realizzazione di una mappatura e di una mostra di immagini fotografiche e una pubblicazione che testimoni e diffonda una riflessione su tali spazi indecisi presenti nel nostro territorio.
Il territorio su cui si svilupperanno i primi interventi è la Romagna, ma fin d’ora si possono raccogliere informazioni su spazi indecisi di ogni parte d’Italia.

 

Tags: , , ,