Al dì la del concorso, ci sembra davvero un’ottima idea quella di utilizzare delle rappresentazioni teatrali per accendere l’interesse dei bambini, in questo caso su tematiche inerenti all’igiene alimentare ed alle scienze veterinarie:

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=dossier&p=dadossier&id=28&tab=3#numero3

Il Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e con gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali (IZS), presenta un bando di concorso per la partecipazione al progetto didattico su materie inerenti alle scienze veterinarie e principi di igiene:  Il Teatro della salute” pensato e voluto per i bambini delle scuole primarie.

Ideata dal Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute, la collana editoriale “Il Teatro della salute” presenta una serie di testi teatrali, nati dalla penna di un esperto del linguaggio dei bambini in età scolare e arricchiti, a vantaggio dei docenti, di elementi conoscitivi su molti argomenti delicati e complessi di sanità pubblica.

Comunicare un concetto, una ricerca, una verità o un semplice messaggio vuol dire mettere a disposizione una conoscenza, condividere anche uno stato d’animo con l’altro, questo semplice atto porta a una modificazione dell’esperienza di chi accoglie la comunicazione e ad un aumento della consapevolezza. L’impiego del teatro ha una importante funzione educativa e formativa del bambino delle scuole elementari.

I bambini “attori” inizieranno questo loro percorso di apprendimento, insieme agli insegnanti, circa due mesi prima della messa in scena. Questo consentirà loro di interiorizzare i contenuti e di approfondire le varie tematiche inerenti ai testi stessi.

La collana sarà composta di 10 numeri perché ogni numero avrà il coinvolgimento di uno dei 10 Istituti Zooprofilattici Sperimentali che con la loro “rete” di laboratori pubblici al servizio dello Stato e delle Regioni assicurano, insieme alle altre strutture del Sistema Sanitario Nazionale, la salvaguardia della salute pubblica tramite il controllo degli alimenti di origine animale, l’igiene e lo stato sanitario degli allevamenti zootecnici ed il benessere degli animali.

Il progetto è biennale e prevede due edizioni del concorso, una per l’anno scolastico 2013-2014 e una per 2014-2015.

Numero 0: Una merenda particolare – Il grande pasticcio

Il testo scaricabile contiene due atti unici. In Una merenda particolare attraverso la drammatizzazione sotto forma di dialoghi si faranno conoscere ai bambini alcuni alimenti, molto diffusi ed in uso nella dieta degli stessi, che possono provocare intolleranze e/o allergie e fornire indicazioni su come riconoscere e comportarsi di fronte ad alcune delle più frequenti reazioni sintomatiche. Nell’altro atto unico Il grande pasticcio  è narrata la storia di un cuoco pasticcione che con piccole avventure e un pizzico di magia ci aiuterà a spiegare ai bambini l’importanza dell’igiene nella preparazione dei cibi ed il ruolo del veterinario nei controlli sulla sicurezza degli alimenti. 

Il testo contiene anche delle schede didattiche destinate agli insegnati che sono state inserite per favorire questo percorso. Gli insegnanti potranno usarle durante la preparazione della recita, o anche dopo, per fornire i dovuti approfondimenti ai bambini. Le schede contengono principalmente informazioni sugli alimenti, sulle allergie e sulle intolleranze alimentari.  Altri principi educativi sono stati inseriti in modo da aiutare i bambini a sviluppare una maggiore confidenza rispetto alla propria fisicità e ad aumentare le conoscenze di base per arrivare ad esprimere correttamente sintomi e disagi relativi a problemi di salute.

Numero 1: Sherlockan e il gattino di Gatterville

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Sherlockan e il gattino di Gatterville. Attraverso la drammatizzazione, in una storia dalle sfumature ironiche e noir allo stesso tempo, si faranno conoscere ai bambini alcuni principi della medicina forense applicata al regno animale. Questa nuova disciplina permette a veterinari e scienziati di risolvere casi di interesse  giudiziario riguardanti gli animali domestici e selvatici, tra cui gli  avvelenamenti, i maltrattamenti, sino alla risoluzioni di casi che interessano anche l’uomo.

Sono proprio gli avvelenamenti degli animali con esche e bocconi avvelenati, oggetto di questa rappresentazione teatrale, che continuano ad impegnare in misura rilevante i ricercatori del centro di referenza di medicina forense veterinaria. Si tratta di episodi in aumento sia in città che nelle aree rurali, compresi i parchi naturali. Vittime sono diverse specie animali: cani, gatti, orsi, lupi… Per i contenuti è suggerito per la fascia di età 8-10 anni.

Il testo contiene anche degli approfondimenti e dei suggerimenti per attività da svolgere in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un  percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Numero 2: Tutto il buono del miele e la banda di Testa di morto

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Tutto il buono del miele e la banda di Testa di morto. E’ una piéce divertente e godibile che racconta in un mondo affascinante e complesso la storia della falena bottinatrice e l’evoluta e complessa struttura sociale delle api. Ci svela un mondo con cui i ricercatori si confrontano ogni giorno con impegno e passione, a tutela degli animali e della salute dei cittadini.

Il settore apistico è importante per le problematiche legate alla sanità animale e alla sicurezza alimentare delle produzioni apistiche, come appunto il miele, ma anche il ruolo fondamentale che le api hanno per il monitoraggio dell’inquinamento ambientale e per l’azione impollinatrice che svolgono, garantendo la produttività del settore agricolo e la conservazione della flora spontanea.

Il testo contiene anche degli approfondimenti e dei suggerimenti per attività da svolgere in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un  percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Numero 3: 4001 Odissea nella Via Lattea

Il testo scaricabile contiene un atto unico: 4001 Odissea nella Via Lattea. E’ una piéce teatrale ambientata nel futuro che racconta in un mondo movimentato e avventuroso la storia di quattro eroi dello spazio che devono salvare il nostro mondo da una importante crisi economica che vede compromesse le produzioni di latte e formaggio. Ci svela attraverso viaggi interstellari l’importanza dell’igiene delle produzioni casearie e i principali principi nutrizionali del latte e dei suoi derivati.

L’ambientazione scelta per la rappresentazione, quella della spazio siderale, non è casuale, infatti le galassie, e la nostra galassia in particolare (la Via Lattea), prendono il nome proprio dal latte. La parola greca γαλαξίας (galaxìas) significa appunto “di latte”, “latteo” e l’origine del nome viene, oltre che dalla osservazione della banda chiara luminosa delle stelle e dei pianeti nelle notti limpide, dal mito di Era che, ingannata da Zeus, scacciando l’infante Ercole dal suo seno avrebbe schizzato di latte il cielo notturno.

Il testo contiene anche degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnati per permettere loro di fare un percorso didattico e per fornire maggiori informazioni ai bambini.

Numero 4: Storia di Pirati: all’arrembaggio del Vascello di Capitan Brucella

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Storia di pirati. All’arrembaggio del vascello di Capitan Brucella. È una pièce teatrale ambientata nel passato, nel XVIII secolo, l’epoca di massima fioritura della pirateria. Una principessa con il suo seguito di damigelle vuole viaggiare verso un’isola dove si terrà un gran ballo tra cavalieri e principi di diverse nazioni. Il viaggio in nave è pericoloso per la presenza dei corsari e dei pirati, tra tutti il terribile pirata Capitan Brucella, talmente abile e silenzioso che in molti lo credono un pirata fantasma.

L’ambientazione scelta e la trama vuole sottolineare la differenza tra batteri, virus e difese immunitarie, usando la metafora del corsaro e del pirata. Il pirata è un virus, parassita e ‘cattivo’, mentre il corsaro (che è un pirata autorizzato legalmente da uno stato) può avere anche una funzione ‘positiva’ in quanto aiuta una nazione o sostiene una marina.

Il testo contiene degli approfondimenti da utilizzare in classe, destinati agli insegnanti permette loro di fare un percorso didattico e fornire maggiori informazioni ai bambini.

Numero 5: Storia di Pidocchio

Il testo scaricabile contiene un atto unico: Storia di Pidocchio. È un testo teatrale che gioca sull’assonanza del nome Pidocchio-Pinocchio, per cui ripercorriamo liberamente le avventure del famoso burattino creato da Carlo Collodi. Pidocchio non vuole essere un pidocchio ma una bella e simpatica coccinella; il Grillo parlante, la Fata turchina, il Gatto e la Volpe aiutano e ostacolano il percorso evolutivo di Pidocchio-Pinocchio che alla fine diventerà… non roviniamo il finale. Ambientato tra un bottega di barbiere e un bosco veniamo a scoprire divertenti cose sui pidocchi, sulle lendini (le uova), sulle loro abitudini alimentari e sulle coccinelle.

Il testo contiene un ricco approfondimento per il docente dove si mette in risalto una parte del mondo dei parassiti e quindi dei pidocchi, scopriamo che i pidocchi che infestano l’uomo sono diversi da quelli che infestano i nostri amici gatti e cani, scopriamo così che anche gli uccelli possono avere i loro pidocchi. Alla fine si presenta una vera e propria carta d’identità del Pidocchio.

Tags: , , , , , , , ,