lealbere.it

La storia di questo progetto nasce con la dismissione…

…dell’area industriale della Michelin (1927 – 1999) ed è quindi una storia tipica delle città europee: le industrie, che si sono sviluppate in passato in aree non urbane, con la crescita delle città si ritrovano in area urbana e oggi devono essere trasformate in modo da integrarsi con essa. Trasformare un’ex area industriale in città è un compito complesso, perché si tratta di creare dal nulla in questi luoghi quella miscela di funzioni che permette alla gente di abitarli e frequentarli, di lavorare, istruirsi e divertirsi al loro interno ventiquattro ore al giorno. Solo quando una città funziona è una città felice e la creazione del grande parco si colloca proprio in questa prospettiva: un parco di cinque ettari, quindi molto grande per una città come Trento, è una scelta importante perché è uno di quegli elementi che rende immediatamente adottato un nuovo luogo urbano.

Tutto il progetto è concepito e realizzato per risparmiare energia ed essere ragionevoli…

…e sostenibili sul piano della gestione, perché l’ispirazione di base su cui si apre questo nuovo secolo per un architetto è capire che la fragilità della terra non va soltanto difesa facendo economia ma anche andando a cercare quali sono le espressioni architettoniche migliori. Usare il legno è già di per sé un’attività intelligente, non solo perché siamo a Trento, ma perché è un materiale nobile, antico, è un materiale che viene dalle foreste, e le foreste si rinnovano, per cui di fatto è energia rinnovabile oltre che perfettamente riciclabile. In questo progetto, abbiamo cercato energia per il museo nel sottosuolo, con otto sonde che vanno a 100 metri di profondità, e abbiamo intercettato l’energia del sole con pannelli fotovoltaici sui tetti. In generale questi edifici sono costruiti in maniera da consumare pochissima energia, più o meno un terzo di quella necessaria per mantenere un edificio tradizionale. Perché non è giusto consumare troppa energia e questa è una qualità etica del progetto Le Albere che ha strettamente a che fare con la mia visione del futuro.

RENZO PIANO, progettista.

Guadagnerai futuro, risparmierai l’ambiente.

Abiterai in un quartiere ecosostenibile. Serramenti, tipologie di tamponamento e materiali isolanti selezionati ti permetteranno di risparmiare energia e contenere la dispersione termica, con la garanzia della certificazione Casa Clima. La tua residenza si servirà di un’ampia superficie di pannelli fotovoltaici e di un sistema energetico centralizzato all’avanguardia, per risparmiare combustibile, riducendo l’impatto sull’ambiente e tagliando i consumi e i costi di manutenzione. Materiali costruttivi naturali e duraturi, come il legno, la pietra locale e il vetro, ti garantiranno sostenibilità, bellezza, qualità e comfort nel tempo. Dentro casa avrai tanta tecnologia; fuori, tanta natura.

Tutto il quartiere…

…con un consumo medio annuo di energia tra i 30 e i 40 kwh/mq, è certificato Casa Clima dall’Agenzia KlimaHaus di Bolzano. […]

 

Tags: , , , ,