Dalla puntata del 19 novembre di Focus Economia di S. Barisoni.

Continua il viaggio del premier Mario Monti in Medio Oriente, area geoeconomica importantissima per il nostro paese.
Monti non è andato a svendere l’Italia, ma alla ricerca di qualche capitale da attrarre nel nostro paese e favorire gli scambi commerciali e di investimenti. Pensare a svendite è una visione limitata e provinciale. Benessere e ricchezza sono favorite dagli scambi economici e lo scambio con l’estero è indice di una sana economia. Richiudersi nel proprio orticello allontanando gli stranieri (come la Lega-Nord ha sempre voluto farci credere…) è antistorico e perdente.
I proventi petroliferi in questi paesi attraggono benessere locale, che ha quindi bisogno di essere soddisfatto con investimenti infrastrutturali che le competenze europee ed italiane possono portare. Gli investimenti pubblici si ripercuotono quindi anche nel privato. L’integrazione delle due economie deriva dal fatto che l’Italia può attirare capitali grazie alle sue aziende, capitali che possono essere usati per migliorare la competitività e l’internazionalizzazione.

Tags: , , ,