Il premier Monti ed i ministri attualmente in carica si concederanno giusto sei giorni di vacanza in questo mese di agosto, oltretutto con la “reperibilità”, quindi pronti a tornare al lavoro in caso di emergenza. Parlamentari e Senatori invece si godranno un bel mese intero di vacanza (27 giorni per la precisione), fregandosene della crisi economica e della delicata situazione economica che stiamo attraversando, fregandosene degli ubiquitari problemi del nostro paese e facendosi beffa di noi cittadini, che gli paghiamo fior di stipendi e privilegi di ogni sorta. Quanti di voi possono concedersi un intero mese di vacanza? Immagino che la maggioranza della popolazione possa assentarsi dal proprio luogo di lavoro per una o due settimane al massimo, come la sottoscritta. Faccio fatica a concepire che una persona possa farlo per un intero mese. Ma i membri della casta possono concedersi anche questo, quindi in pratica fanno il doppio delle ferie rispetto a tutti noi comuni cittadini. Non so come la pensiate voi, ma a me sembra una vera vergogna…

N.B. se le fossero meritate almeno queste ferie: secondo il quotidiano La Stampa “delle riforme appaltate alla politica solo una è andata in porto, quella sul finanziamento pubblico dei partiti. Tranne quella, nulla di fatto. Nè la riforma dei partiti, nè il riassetto costituzionale bipartisan […], che come effetto collaterale manderà in soffitta anche il mini-taglio dei parlamentari, nè la modifica dei regolamenti per sveltire il varo delle leggi…” (articolo “Ferie brevi ai ministri ma i parlamentari si fanno la mesata” – di Carlo Bertini – La Stampa – 8 agosto 2012)

L.D.

 

 

Tags: