Tra i tanti sprechi, che son così tanti da essere oramai la prassi, ne balza all’orecchio uno che veramente è da fantascienza… ma come si fa a mantenere una struttura costosa e senza alcuna finalità come l’ospedale di palazzo Chigi? Che si occupa solo dei dipendenti di Palazzo Chigi? Perchè solo per loro?

da Focus economia di S. Barisoni del  10 luglio.

Nonostante la spending review, P.Chigi non chiude il suo ospedaletto: 12 medici, 9 infermieri, 7 impiegati , 5 funzionari , 8 collaboratori, consulenti vari.

Questo ospedale si occupa esclusivamente dei 1300 dipendenti di palazzo Chigi, costando la bellezza di 3 milioni all’anno. La spesa è equivalente ad un ospedale privato da 2000 dipendenti!!!

Oltretutto i medici non sono stati assunti per concorso, ma nominalmente dai vari governi. Un comma del Governo Prodi del 2007 permette loro di fare attività ambulatoriali esterne.

http://www.ilgiornale.it/interni/la_casta_che_non_muore_mai_10_milioni_salute_deputati/deputati-parlamento-sanita_parlamentari-cure_sanitarie_onorevoli-casta/12-04-2011/articolo-id=516925-page=0-comments=1

Spese sanitarie, la Casta non muore mai Per i deputati 10 milioni all’anno di rimborsi

di Gian Maria De Francesco – 12/04/2011

[…] Poteva mancare l’assistenza sanitaria integrati­va nel novero dei benefit dei deputati? No, di certo! […] nel 2010 la «cassa mu­tua privata » degli onorevoli ha rimborsato spese per 10,1 mi­lioni di euro. […] Gli iscritti sono 5.574 poiché il regolamento del Fon­do consente l’iscrizione non solo agli onorevoli e ai familia­ri (inclusi i conviventi more uxorio, modifica introdotta dalla presidenza del cattolico Casini), ma anche agli ex parla­mentari, ai familiari, ai benefi­ciari di­ quota del vitalizio non­ché a giudici e presidenti eme­riti della Consulta.

[…] è opportuno ricor­dare che sia i deputati che gli «ex» pagano l’assistenza inte­grativa versando un contribu­to mensile scalato dallo «sti­pendio». Per gli onorevoli si tratta di 526,66 euro (il 4,5% dell’indennità). […] una copertura assicurativa sarebbe molto più costosa […] se possono «permet­tersi» anche l’assistenza integrativa, non saranno pagati un po’ troppo?

______________________________________________________

Aggiornamento del 2 gennaio 2013:

http://odiolacasta.blogspot.it/2013/01/tagli-alla-sanita-per-la-casta-medici.html

 

Tagli alla sanità? Per la casta medici gratis, anche di notte, all’ambulatorio del Senato

2 gennaio 2013

Non tutti sono a conoscenza di un “ambulatorio medico aperto 24 ore al giorno, sette giorni la settimana, 365 giorni all’anno, feste comprese“. Ed ovviamente, l’accesso al suddetto ambulatorio è gratuito, come le prestazioni.
La sede? Piazza Madama, a due passi dall’Aula del Senato. E se questo non bastasse, “c’è anche un servizio di pronto soccorso convenzionato, che opera anch’esso 24 al giorno, 365 giorni all’anno“.
L’ambulatorio è al servizio dei senatori e dei dipendenti. Si tratta di una struttura molto costosa: circa 700 mila euro all’anno. 

Il presidente Schifani ha deciso di rafforzare il presidio dell’ambulatorio. II 18 dicembre è arrivata la delibera dell’ufficio di presidenza che apre le selezioni per cinque specialisti in cardiologia e altrettanti in anestesia e rianimazione. Per i senatori il servizio è gratuito, totalmente a carico dei contribuenti.

 http://www.reggionline.com/notizie/2013/01/01/sanita-tagli-ai-servizi-ma-piu-soldi-ai-dirigenti-regionali_25482#.UORWouSZQYQ

Sanità: tagli ai servizi, ma più soldi ai dirigenti regionali

1 gennaio 2013

http://www.ogginotizie.it/202333-sanita-entro-il-2014-tagli-per-8-4-miliardi-e-stop-ad-esami-aquot-inutiliaquot/

Sanità – Entro il 2014 tagli per 8,4 miliardi e stop ad esami “inutili”

2 gennaio 2013

 

 

Tags: , , , , , ,