Da alcune puntate di focus economia di simone spezia della prima settimana di luglio emerge una forte critica verso le banche che sono tornate a fare speculazione come 5 anni fa e nell’assenza di sistemi di controllo da parte della politica mondiale, che non ha in nessun modo  messo freni o controlli… Con un occhio al libor ed uno ai derivati…

Lo Scandalo delle banche britanniche ( e non solo) parte dalla banca Barclays che ha effettuato una manipolazione del libor (tasso londinese di riferimento per i mercati interbancari, il tasso con cui le banche si prestano il denaro) che è stato esposto fin dal 2007 come ribassato, con lo scopo di far pensare che il clima di fiducia fosse migliore… In pratica la banca si è mostrata come messa meglio rispetto alla situazione reale (anche se contingente al mercato attuale)…. una specie di falso in bilancio. Tutta la prima linea della banca si è dimessa.
Tutte le nostre regole di gestione delle banche dove sono? etica, trasparenza… basilea 3?
In pratica il tasso generale è dato dalla media dei tassi di prestito delle singole banche, quindi le singole banche possono (se falsano il proprio tasso) falsificare il tasso generale. L’effetto è su 350 trilioni di dollari, pur non toccando direttamente il comparto dell’euro. L’effetto è da considerarsi su prodotti che vengono utilizzati da chiunque: dai conti correnti ai mutui ai prestiti… Ma come facciamo a fidarci di un dato che è la stessa banca a dichiarare senza che venga fatto alcun controllo? Andrebbero applicati gli stessi controlli del mercato azionario… ma perchè continuiamo a pensare che il mercato privato applichi norme in nome di interessi pubblici anzichè del proprio profitto? l’azienda privata fa utile, non ha la priorità del benessere sociale…
L’indagine è partita dall’america nel 2008, una indagine lenta che è partita da sospetti che si son via via consolidati.
La gravità è che in Barclays si sa che c’erano email interne che evidenziavano la conoscenza di questo fenomeno in tutta l’azienda. Bob Diamond dice che le stime sono state abbassate per evitare speculazioni… un po’ come dire che ha rubato in favore di tutti…
Buffa la multa che le hanno affibbiato a Royal Bank of scotland: 150 milioni di sterline…essendo  l’82% pubblica saranno gli stessi contribuenti a pagarla

libor : intervista con fabio pavesi
il tasso può essere imposto troppo facilmente dai trader delle banche, senza nessun controllo sulla veridicità…
15 istituti in tutto il mondo
Partendo dal caso JP Morgan con il suo buco sui derivati: uno studio di mediobanca mostra che le due principali banche mondiali con derivati erano proprio jpmorgan con 59000 miliardi e barkleys con 56000. ques’ultima ha aumentato i suoi derivati del 24% anno su anno nel 2010. Il rischio di questi derivati è notevole. spostare il tasso di 0,01% in più o in meno su un ammontare di investimento di 570000 miliardi determina guadagni o perdite notevoli in un solo giorno… ecco spiegate le motivazioni della manipolazione del tasso…
ma questo  mostra il grande buco nero della finanza speculativa, in cui imperversano i derivati!!
La crisi leman non ha risolto niente!!!
i derivati negli states avevano base 100 nel 2008…  nel 2010 era 117
Il peso dei derivati sul pil britannico è al 106% contro il 35% USA
N.B. non si sarà manipolato solo al ribasso… in base alle convenienze… sicuro le banche non hanno favorito i clienti ma li hanno danneggiati…
Le banche non separano le attività commerciali da quelle di investimento e negli usa non si sono fatte modifiche ai regolamenti bancari…
Barkleys ( ma così fan tutte) a attività per 1600 miliardi. 600 sono attività di investimento nei derivati… Per Barkleys la parte di retail (sportelli) è in perdita… chiaro che Barkleys abbia spinto verso il settore dei derivati per recuperare denaro..
In più le regole di basilea3 non considerano come effetto negativo per una banca l’avere una alta esposizione in derivati. I derivati sono spesso messi fuori bilancio… Ma i derivati valgono 10 volte il pil mondiale!!! Abbiamo un distacco tra l’economia reale e la speculazione finanziaria che è mostruoso!!!! E’ una mina inesploso… Lo scandalo è che la politica non ha dato nessuna risposta in questa direzione!! Due anni a parlare di Eurozona e debito greco e abbiamo questa polveriera soprattutto fuori da italia e eurolandia che non si sa quando esploderà… I grandi problemi sono quelli e sono ancora tutti aperti!
Secondo Draghi vanno imposti meccanismi che contrlino la produzione del tasso di riferimento. Piuttosto chiaro che la governance fosse debole se non mancante in entrambi i livelli. La Bce ha controlli molto più stringenti in merito.

N.B. le aziende di rating si sono accorti della situazione dopo degli altri, a notizia date… un po’ in ritardo per chi dovrebbe tracciare strade….

Tags: , , , ,