Per la Grecia (e per l’Europa) è iniziato dunque il conto alla rovescia. Il 17 giugno nella penisola ellenica si terranno le elezioni politiche, ed in base a queste si decideranno le nostre sorti. Se la Grecia tenterà di restare nel sistema monetario dell’Euro, dovrà darsi molto da fare per far ripartire l’economia e ripagare […]

Continue reading about La crisi vista dalla Grecia: elezioni e possibili conseguenze di un’uscita dall’Euro

Per quanto concerne il settore fotovoltaico, vorremmo qui porre in rilievo tre questioni fondamentali: 1) la speculazione da parte di proprietari terrieri che convertono terreni fertili in campi fotovoltaici; 2) la speculazione da parte di società straniere che costruiscono impianti fotovoltaici sui nostri capannoni per guadagnare dagli incentivi dello Stato, pagati ovviamente con le nostre […]

Continue reading about Fotovoltaico: fermiamo le speculazioni e privilegiamo la ricerca

http://www.legambiente.it/contenuti/comunicati/bollette-elettriche-cresciute-10-anni-di-177-euro-famiglia-ma-la-colpa-e-della- Bollette elettriche cresciute in 10 anni di 177 euro a famiglia. Ma la colpa è della nostra dipendenza dalle fonti fossili 28 maggio 2012 Le rinnovabili pesano solo per il 13% Gli importi delle bollette elettriche degli italiani, nell’ultimo decennio, sono aumentati notevolmente. Secondo i dati dell’Autorità per l’energia, la spesa annua delle famiglie […]

Continue reading about A cosa è dovuto l’aumento del costo dell’energia in Italia?

E’ attualmente in fase di approvazione una proposta di legge, firmata Calderisi (Pdl) – Bressa (Pd), per ridefinire le norme sui rimborsi elettorali ai partiti. L’ammontare dei rimborsi verrà dimezzato ed i bilanci dei partiti dovranno sottostare all’approvazione da parte di un’apposita commissione nominata dai membri della Corte dei Conti. Restano tuttavia due dubbi: 1. […]

Continue reading about Rimborsi ai partiti – parte 3: i dubbi sulla legge Calderisi – Bressa e la disputa sul controllo dei bilanci

Hollande, neoletto presidente francese, parte in quinta: ha già stanziato tagli agli stipendi di ministri e manager (cosa che il Governo italiano ancora non ha fatto), obbligato i ministri alla riduzione del numero dei loro collaboratori (cosa che il Governo italiano ancora non ha fatto) ed imposto il divieto di accumulare più incarichi (cosa che […]

Continue reading about La Francia dà il buon esempio: ecco i primi tagli di Hollande