Alcune riflessioni sulle proposte del ministro Maroni per prevenire gli episodi volenti nelle manifestazioni

Caro Ministro, ascoltando le sue proposte in risposta ai problemi che le manifestazioni creano mi sono posto alcune domande:

1) lei vuole introdurre il controllo degli accessi ai violenti alle manifestazioni e mi trova completamente d’accordo: uno fa il cretino e io non lo faccio più manifestare. Però ha aggiunto “come facciamo allo stadio”…. Bè, speriamo un po’ meglio, visto che allo stadio è molto più facile il controllo (gli accessi sono fissi e presidiati) ma il sistema è dichiaratamente fallito e ci entrano i più scalmanati senza alcun problema.

2) propone una quota per poter partecipare alla manifestazione. Questa me la deve spiegare:

mettiamo che sia un poliziotto sottopagato che chiede fondi per fare il proprio lavoro (come quelli che hanno manifestato nella sua milano..)  o che sia uno di quei 33% dei giovani che non ha lavoro… lei mi fa pagare per chiedere soldi?

Poi perchè questo dovrebbe spaventare i facinorosi? quelli hanno abbastanza soldi da organizzare attentati, che saranno pochi euro per entrare legalmente in una manifestazione per poi spaccare tutto?

3) mi deve spiegare un asincronismo che non capisco se lei esclude i facinorosi (ovvero chi è stato beccato con azioni violente dalla polizia e portato in caserma) mi può spiegare come potranno queste personalità presentarsi in futuro ad eventuali manifestazioni politiche:

Giuliano Ferrara

Roberto Calderoli

Mario Borghezio

Marcello De Angelis

Gianni Alemanno

Maurizio Gasparri

Ignazio La Russa

Roberto Maroni

Oibò ministro… pure lei…. è un’autocensura?

http://nonleggerlo.blogspot.it/2011/10/gente-pericolosa.html

Gente pericolosa

[…] Roberto Maroni, Lega Nord, nel 1996 si oppone all’irruzione della Digos nella sede di via Bellerio. Si sospetta che i leghisti abbiano messo in piedi un’organizzazione “paramilitare tesa ad attentare all’unità dello Stato”. Maroni morde il polpaccio ad un poliziotto. Verrà condannato definitivamente per resistenza a pubblico ufficiale. Oggi è Ministro dell’Interno. […]

9 ottobre 2011

http://www.repubblica.it/politica/2009/12/15/news/maroni_nuove_norme_su_cortei_e_siti_si_parla_di_filtri_alla_navigazione_web-1822082/

Maroni: “Nuove norme su cortei e siti”
Si parla di filtri alla navigazione web

15 dicembre 2009

 

Tags: ,